Esperanto | Frasario - Scrittura accademica | Abbreviazioni

Abbreviazioni - Abbreviazioni accademiche

app. (appendix)
ap. (apendico)
Usato in presenza di dati rilevanti allegati al lavoro
aprox. (aproximativ)
proks. (proksimume)
Per indicare quantità indefinite
Bibliografie - nu se prescurtează
bibliog. (bibliografio)
Lista delle risorse impiegate
cca (circa)
ĉi. (ĉirkaŭ)
Per la stima di una quantità
cap. (capitol)
ĉa. (ĉapitro)
Per indicare una sezione definita della tesi
col. (coloană)
kol. (kolono)
La sezione verticale di una tabella
Disertaţie - nu se abreviază
dis. (disertacio)
Un'opera completa su un tema specifico
n.t. (nota traducătorului)
ed. (eldonita de)
Per indicare che un'opera è stata modificata da terzi
ex. (exemplu)
ekz. (ekzemplo)
Fornendo un esempio
Nu există o abreviere corespunzătoare în limba română
prec. (precipe)
Per fornire una definizione più chiara
etc. (et cetera/caetera-lat.)
ktp. (kaj tiel plu)
Quando si fornisce una lista molto lunga o infinita
fig. (figura)
fig. (figuro)
Un diagramma ad integrazione della tesi
adică
t.e. (tio estas)
Spesso usato quando si vuole sviluppare un'idea in maniera più approfondita
inclusiv - nu se abreviază
ink. (inkluzive)
Per aggiungere qualcosa ad una lista
N.B. (nota bene)
N.B. (notu bene)
Per indicare che si tratta di qualcosa di importante
p./pg. (pagina)
p. (paĝo)
Un foglio di un libro, rivista, ecc..
pp. (paginile)
pj. (paĝoj)
Diversi fogli
pref. (prefaţă)
pref. (prefaco)
Breve paragrafo che fornisce la spiegazione del contesto della ricerca
ed. (editat de)
eld. (eldonita de)
Per indicare colui che ha pubblicato l'opera
red. (redactor)
rev. (reviziita de)
Usato in caso l'opera sia stata modificata leggermente per renderla più comprensibile al pubblico
reed. (reeditarea)
rep. (represo)
Per indicare che l'opera non è originale
trad. (tradusă de)
trad. (tradukita de)
Per indicare che l'opera è stata tradotta
vol. (volumul/tomul)
vol. (volumo)
Per indicare una particolare sezione o volume dell'opera