La forma passiva

In generale

Nella forma attiva l'attenzione viene posta sul soggetto che compie l'azione. Al contrario, nella forma passiva ci si concentra sull'azione. Tutti i verbi transitivi, ossia quei verbi che ammettono un complemento oggetto, possono essere trasformati alla forma passiva. Ad esempio:
  • Giovanni lava la macchina. → La macchina è lavata da Giovanni.
Frase attiva   Frase passiva
soggetto diventa complemento d'agente
complemento oggetto diventa soggetto

Il complemento oggetto della frase attiva diventa il soggetto della frase passiva e il soggetto della frase attiva diventa il complemento d'agente (se è un essere animato) o di causa efficiente (se è un essere inanimato) della frase passiva. Entrambi i complementi sono introdotti dalla preposizione da. Il complemento d'agente o di causa efficiente può essere omesso nella frase passiva.

Formazione

Verbo essere

Il verbo essere è coniugato nel modo, tempo, persona e numero della forma attiva ed è seguito dal participio passato del verbo della frase attiva. Ad esempio:
  • Martina prepara la cena. → La cena è preparata da Martina.
Per l'accordo del participio passato, consultare questa lezione.

Verbo venire

Il verbo venire è seguito dal participio passato del verbo della frase attiva. Questa costruzione può essere usata solo per i tempi semplici. Ad esempio:
  • Luigi propone un'idea. → L'idea viene proposta da Luigi.
MA
  • Luigi aveva proposto un'idea. L'idea era stata proposta da Luigi.
    L'idea veniva stata proposta da Luigi.

Si passivante

Si usa il pronome atono si seguito da un verbo alla terza persona singolare o plurale. Questa formazione è usata solamente nei tempi semplici. Ad esempio:
  • Si fanno molti cambiamenti. (Molti cambiamenti sono fatti.)
In questa costruzione il complemento d'agente non è espresso.

Verbo andare

Il verbo andare è seguito dal participio passato del verbo della frase attiva. Questo costrutto è usato solamente nei tempi semplici e senza esprimere il complemento d'agente. Generalmente questa formazione implica un significato di "dovere". Ad esempio:
  • Questo compito va completato entro la prossima settimana. (Questo compito deve essere completato entro la prossima settimana.)